Categorie

Newsletter

Le fibre vegetali di cotone delle t-shirts e polo NAFTA vengono tinte con i COLORANTI REATTIVI e non con i più economici coloranti allo zolfo. 

Vediamo le differenze: 1) i coloranti allo zolfo, adottati pure per la colorazione di fibre cellulosiche, tingono conferendo discrete solidità alla luce e ai trattamenti umidi ma nessuna resistenza al candeggio con ipocloriti; l’agente riducente utilizzato nella tintura è il sodio solfuro, FORTEMENTE INQUINANTE; 2) nella tintura con COLORANTI REATTIVI avvengono reazioni chimiche tra particolari aggruppamenti, inseriti in coloranti già noti o prodotti ad hoc, e i gruppi amminici o idrossilici delle fibre. Il procedimento di tintura è semplice e le tinte posseggono alte solidità. 

Molto più semplicemente questo vuol dire che le tinture con coloranti reattivi non sono inquinanti e che le fibre cellulosiche colorate con questi sono resistentissime alle condizioni esterne cui possono essere sottoposte (calore, umidità) e, pertanto, hanno prestazioni ottimali in qualsiasi procedimento di stampa successivo. Se invece sottoporrete la t-shirt tinta con i coloranti allo zolfo ad alte temperature (ad es.), questa sbiadirà ed emanerà cattivo odore...di zolfo appunto!

N.B. Per solidità si intende la resistenza agli agenti fisici e chimici offerta da un materiale colorato